Home Mail Login


Sei nella pagina: Home > Brevi Cenni Storici

 

Brevissimi cenni storici:

Livorno Rock nasce nel 1990 con la mitica prima edizione, divenuta una pietra miliare dei rock contest italiani.  La vittoria fu assegnata ai Tulsa Road, formazione composta da Luca Galoppini, Davide Rosellini, Alessio Mealli, Iacopo Giusti e Massimo Gaveglia, che ritirarono anche il prestigioso PIETRONAPOLI ROCK AWARD.

Livorno Rock ha preso forma da un'idea partorita da Roberto Napoli insieme all'amico Claudio Bartoli con la collaborazione della Discoteca Frumpy di Tirrenia (PI) a pochi chilometri da Livorno. Nella prima edizione del giugno 1990, furono tantissimi i gruppi iscritti ed arrivarono oltre cinquemila giovani spettatori da ogni parte di Italia e, sia il quotidiano "Il Tirreno" del Gruppo L'espresso, sia le televisioni e le radio locali si interessarono molto a questo evento, che coronò il sogno dei gruppi finalisti con l’incisione su “vinile” di un 33 giri, nel 1991, presso lo studio di registrazione "Officina Studio" dei Fratelli Cappanera di Livorno,  icone indimenticate ed indiscusse a livello internazionale del metalrock targato Italia (con il loro gruppo La Strana Officina).

Livorno Rock ha lanciato il gruppo degli allora tredicenni “First Experience” , formazione composta dal chitarrista Roberto Luti, (eletto in seguito miglior chitarrista rock-blues di New Orleans), dal batterista Rolando Cappanera (figlio del mitico Roberto Cappanera - icona dei rock drummers mondiali, che ha rifondato il gruppo Strana Officina) e dal bassista Simone Luti, fratello di Roberto e oggi maturo e richiestissimo bassman. Oggi il trio si è riformato con il nome "Tres".

Si ricordano, tra le numerose stars, il geniale, e purtroppo troppo prematuramente scomparso, Antonio Favilla, squisito tastierista del rock italiano, con Mimmo Wild Mollica ed i Blues Harbour, oltre alla B.B. Becchetti Band. E ancora vogliamo ricordare i Toledo Blades con Toto Barbato, che dopo il successo di quella edizione di Livorno Rock ha fondato il gruppo Snaporaz con il quale ha effettuato concerti in giro per il mondo e con il quale ha curato le musiche delle pellicole cinematografiche del regista Paolo Virzì, e successivamente titolare del The Cage Club a Livorno. E ancora il blues singer Johnny Salani,  il drummer Sergio Adami, il mitico intramontabile bassman Manlio Pepe, lo straodinario talento del sax di Dimitri Grechi Espinosa. Non ultimi il gruppo dei "Tossic" che dopo l'esperienza di Livorno Rock é entrato nell'orbita dell' hardrock italiano. Ma i gruppi da menzionare sarebbero tantissimi.....

Dopo tanti anni Roberto Napoli ha deciso di far rivivere quelle emozioni. E così nel 2007 ha riproposto la rassegna al The Cage Rock Club di Livorno per uno sguardo sul  futuro della musica.

Nel 2008, visto che la formula aveva riscosso ancora un grande successo di partecipazione da tutta Italia, la manifestazione ha avuto ancora tanto interesse ed è stata proposta al King Club di Livorno,sorto nei vecchi locali del The Cage Club, come pure la successiva del 2009, dove hanno partecipato gruppi musicali provenienti da ogni parte d'Italia, le cui selezioni si svolsero anche al locale Elvi's Fan di Livorno. I vincitori sono poi stati promossi tramite l'organizzazione in importanti spettacoli ed ospitate in altre manifestazioni di carattere nazionale. 

Dal 2010 Livorno Rock Festival non ha avuto luogo per motivi di difficile reperimento della locations, visti i cambi di gestione dei locali e la difficoltà degli Enti Pubblici, ma gli organizzatori stanno definendo i particolari prima delle comunicazioni ufficiali per la prossima edizione.

Livorno Rock è divenuta parola simbolo di "movimento della musica" in tutte le sue forme.